Proposte didattiche dei Servizi Educativi per l’A.S. 2013-2014

novembre 19, 2013 scritto da Francesco Trenti
Archiviato in: News, Progetti 

La Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana ha tra i propri compiti istituzionali la salvaguardia, conservazione, fruizione e valorizzazione del patrimonio archeologico della regione. Al fine di promuovere il senso di corresponsabilità nella tutela dei beni archeologici e di favorirne la più ampia conoscenza, mette a disposizione delle scuole di ogni ordine e grado un team di professionisti del settore e propone percorsi di approfondimento didattico ed iniziative culturali relativamente ai propri musei ed aree archeologiche.

Nello specifico:

A – predispone lezioni-conferenze di approfondimento su temi specifici collegati ai contenuti curricolari;
B – favorisce la conoscenza diretta del territorio toscano e del suo patrimonio archeologico attraverso itinerari didattici modulati sulle diverse fasce di età degli studenti;
C – realizza percorsi integrati tra le varie discipline, attraverso lezioni dirette e laboratori didattici, relativamente ai musei e alle aree archeologiche statali;
D – progetta e predispone corsi di formazione e aggiornamento, stage per docenti e studenti su temi individuati in comune accordo fra la Sezione Didattica e le singole scuole proponendo progetti da realizzare congiuntamente;
E – elabora materiale didattico, anche multimediale interattivo, per uso delle istituzioni scolastiche coinvolte.
F – realizza attività nei musei coinvolti nei percorsi didattici organizzando esperienze di apprendimento non formale ed offrendo agli studenti esperienze “sul campo”, così da poter sperimentare le conoscenze e capacità acquisite in classe ed usufruire di spazi reali e virtuali per la valorizzazione del lavoro svolto.

PER INFORMAZIONI/PRENOTAZIONI
Tel. 055 2480474
info@archeologicatoscana.it
Responsabile: Dott. Luca Fedeli
luca.fedeli@beniculturali.it; cell. 335 1448799

Brochure dei Servizi Educativi

Brochure dei Servizi Educativi

CARTA DEI SERVIZI/OFFERTA FORMATIVA

Tutte le attività proposte per l’anno scolastico 2013-2014 possono articolarsi in moduli di 1-2 ore, fino a mezza giornata (moduli di 6-8 ore) comprensivi di eventuali laboratori e possono prevedere una notevole flessibilità di articolazione. Le attività possono essere realizzate nei Musei (in particolare presso il Museo Archeologico Nazionale di Firenze) o in classe, mediante l’utilizzo di audiovisivi o mediante visite guidate, e possono essere proposte e opportunamente adattate per le scuole di ogni ordine e grado.

1 – LEZIONI/CONFERENZE
Le lezioni/conferenze, proponibili agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, sono gratuite e possono richiedere 1,00-1,30 ora. Sono di seguito elencate le tematiche proposte.

- La donna nel mondo antico
- Tecnologia dell’antica ceramica greca
- Capolavori in breve
- Vita, religione e mito nell’antica Grecia
- Firenze Romana
- Arti e mestieri dell’Antico Egitto
- Banchetto e Simposio nel mondo Antico
- Gli Etruschi e il sacro
- L’antico teatro greco
- Il quotidiano nell’antica Atene
- Mostri e magie nell’antico Egitto
- Feste, giochi e sport: il tempo libero nell’antica Grecia
- Cose dell’altro mondo – un viaggio nell’aldilà

2 – VISITE GUIDATE IN MUSEI ED AREE ARCHEOLOGICHE
Questo modulo di 2 ore, diretto alle scuole di ogni ordine e grado è gratuito e consente, attraverso dispense, immagini digitali, e assistenza in loco di effettuare visite guidate ai musei e aree archeologiche statali (Musei Archeologici Nazionali di Firenze, Chiusi e Arezzo; area archeologica di Cortona; necropoli di Chiusi; città etrusca e romana di

Roselle; cantiere delle navi antiche di Pisa).

3 – PERCORSI INTEGRATI
Questo modulo è diretto alle scuole di ogni ordine e grado e con esso si intende proporre percorsi di approfondimento pluridisciplinare che integrino l’offerta formativa delle scuole e quella elaborata dall’Ufficio della Sezione Didattica della Soprintendenza per i

Beni Archeologici della Toscana attraverso lezioni dirette e laboratori didattici. É previsto un impegno da un minimo di 2 ore ad un massimo di 8 ore. Le attività laboratoriali che prevedano l’acquisto di materiali o l’utilizzo di strumentazione specialistica possono richiedere una copertura finanziaria. Di seguito alcune proposte:

Scrivere nel mondo antico: dal cuneiforme, ai geroglifici, al greco, all’etrusco al latino attraverso le testimonianze epigrafiche presenti nel Museo. Laboratori; riproduzioni di tavolette di argilla, di papiri, tabulae ceratae; con esercitazioni di scrittura e traduzione.
Architetture etrusche: le ricostruzioni di strutture tombali presenti nel giardino del Museo, le urnette funerarie, eventuali visite alle aree archeologiche del territorio consentono di riproporre la storia dell’architettura etrusca sia civile che funeraria. Laboratori: documentazione grafica e fotografica delle strutture con realizzazione di prospetti, planimetrie,

sezioni con particolare attenzione alle tecniche edilizie impiegate.
Religione e mito in Egitto/Grecia/Etruria: attraverso le rappresentazioni vascolari, le sculture, la toreutica, sarcofagi ed urne è possibile ripercorrere le principali tappe del mito e della religione egizia/greca o etrusca. Laboratori: ricerche bibliografiche ed iconografiche a tema.
Vivere e morire nell’antico Egitto, in Grecia o in Etruria: la ricchezza delle sezioni egizia, greca ed etrusca del Museo Archeologico Nazionale di Firenze consente di tracciare un quadro oltremodo vivido ed esaustivo della storia antica sotto molteplici sfaccettature- Laboratori: la tecnica del cartonnage e/o encausto.

4 – PROGETTI INFORMATIVI/FORMATIVI
Questo modulo, diretto ai docenti e agli studenti della scuola secondaria di secondo grado, prevede incontri gratuiti di formazione/informazione (da un minimo di 2 ore a un massimo impegno di 8 ore) sulle aree archeologiche e i musei statali toscani nonché su temi specifici ad essi collegati. Attraverso lezioni corredate da ausili audiovisivi e dispense e/o tramite visite guidate, si propongono incontri finalizzati a creare forme di tutoring per adulti e altri studenti nella visita a musei ed aree archeologiche. I progetti potranno essere concordati a partire dalle tematiche elencate ai punti precedenti.

5 – MATERIALE DIDATTICO
É possibile fruire gratuitamente di riproduzioni digitali e di testi (schede didattiche, itinerari didattici, percorsi di approfondimento didattico) su aree archeologiche e musei statali toscani, scaricandoli dalla pagina Strumenti.

6 – ESPERIENZE “SUL CAMPO”: RESTAURO, FOTOGRAFIA, GRAFICA….
Di seguito si propongono una serie di esperienze che mettano gli studenti in condizione di sperimentare sul campo attività di studio, ricerca, restauro, grafica, fotografia, allestimento museale relativamente ai beni archeologici presenti nei musei e nelle aree archeologiche toscane. È previsto un impegno minimo di 2 – 8 ore. Ciascun percorso di approfondimento di almeno 6 ore potrà dar luogo all’impiego di spazi reali e virtuali per la valorizzazione del lavoro svolto dalle classi (sezioni apposite sul sito/blog dei Servizi Educativi della Soprintendenza toscana, dedicate alle scuole; spazi espositivi o di incontro nei musei o proprietà statali).
Attività che necessitano dell’acquisto di materiali o l’utilizzo di strumentazione specialistica possono prevedere una copertura finanziaria. Di seguito alcune proposte tematiche:

L’immagini del potere/Il potere delle immagini: attraverso le monete conservate nel gabinetto numismatico fiorentino si può ripercorrere la storia della monetazione antica e sviluppare temi specifici legati all’iconografia, al messaggio mediatico delle immagini e delle legende, ai miti greci/etruschi o romani, alle tecniche di conio progettando un percorso espositivo, un pubblicazione ad hoc, curati da docenti e studenti (scuola secondaria di secondo grado).
Il Museo Archeologico di Firenze “raccontato ai più piccini o ai grandi ancora bambini..”: attraverso fumetti o cortometraggi realizzare una pubblicazione/filmato didattico che racconti il museo, la sua storia, i suoi contenuti (scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado).
Progetto/Concorso “Reinterpretare l’antico”: riproduzione a scelta dei discenti delle opere più significative del Museo (a scelta anche la materia e la tecnica di riproduzione) con premiazione delle migliori riproduzioni ed esposizione delle opere realizzate come strumento alternativo di approccio e conoscenza dell’antico (scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado).
Cibi e sapori nel mondo antico: fonti storiografiche, iconografie e forme vascolari a confronto per ricreare l’atmosfera e i sapori di Grecia e Magna Grecia (scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado).
“Materiali confiscati Memorie Restituite”: utilizzando

materiali decontestualizzati provenienti da confisca o falsi è possibile conosce l’attività di tutela della Soprintendenza, sensibilizzare sui corretti comportamenti da tenersi https://www.acheterviagrafr24.com/viagra-definition/ nei confronti del patrimonio culturale, fare esperienze di restauro, documentazione grafica e fotografica, inventariazione e studio fino all’allestimento di un percorso espositivo realizzato dagli stessi studenti (scuola secondaria di primo e secondo grado).
Il gioco dei ruoli/pagine di antichità: lettura a cura dei discenti con immedesimazione, di brani tratti da opere letterarie antiche aventi un’attinenza tematica con le opere esposte nel Museo (scuola secondaria di primo e secondo grado).
Fotografare l’arte: utilizzo della macchina fotografica quale strumento alternativo alla osservazione dei reperti (scuola secondaria di secondo grado).
Alla scoperta del Museo: caccia al tesoro a tema archeologico (scuola primaria e scuola secondaria di primo grado)
Il “museo “tra le dita”: percorsi tattili per non vedenti, ipovedenti e scuola primaria

Scheda di adesione – Proposte Soprintendenza beni Archeologici

Commenti

Lascia un commento:

Collegati per lasciare un commento.