LA PRIMA FARINA. Speciale offerta didattica 2015

ottobre 14, 2015 by Redazione · Leave a Comment
Filed under: Attività, Laboratori, News, Visite guidate 

Farina_part

La più antica farina scoperta in Toscana, risalente a 30.000 anni fa,

ha dato spunto per una mostra sull’alimentazione antica,

in concomitanza di Expo 2015.

18 SETTEMBRE 2015 – 3 GENNAIO 2016

“Spazio mostre”

dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze

via Bufalini 6 a Firenze

lunedì- venerdì 9.00-13.00/sabato e domenica 10.00-13.00 e 15.00-19.00

INGRESSO https://www.acheterviagrafr24.com/achat-viagra-en-ligne-belgique/ LIBERO


 

LA PRIMA FARINA_pdf

  
Ricostruzione dell'accampamento di Bilancino
 

VISITE GUIDATE (scuole, gruppi e famiglie)

Alla que pasa si tomo viagra y no lo necesito visita viagra sans ordonnance guidata e soltanto su richiesta, per le scuole (primaria e secondaria I)

potrà essere abbinato un laboratorio didattico sull’alimentazione antica,

presso Museo Archeologico Nazionale di Firenze/Soprintendenza

Archeologia della Toscana

Prenotazioni: (scuole, famiglie e gruppi)

e-mail: sar-tos.servizieducativi@beniculturali.it

tel. 055 2357743 cell. 335 1449237

Servizi Educativi

Soprintendenza Archeologia della Toscana

banner

Le offerte didattiche dei Servizi Educativi per l’A.S. 2015-2016

ottobre 14, 2015 by Redazione · Leave a Comment
Filed under: Attività, News, Progetti 

archeologicatoscana_striscia_colore2-300x96

La Soprintendenza Archeologia, in collaborazione col Polo Museale della Toscana, al fine di favorire la conoscenza del patrimonio archeologico territoriale e di promuovere il ruolo di cittadinanza attiva previsto dal dettato costituzionale nei confronti di tutela fruizione e valorizzazione dei beni culturali della Toscana, mette a disposizione del più vasto pubblico, scolastico e cialis resultat non, un team di professionisti del settore, proponendo percorsi di approfondimento ed iniziative culturali relativamente ai propri musei ed aree archeologiche.

Nello specifico

- predispone lezioni-conferenze di approfondimento su temi specifici collegati ai contenuti curricolari scolastici e non

- favorisce la conoscenza diretta del territorio toscano e del suo patrimonio archeologico attraverso visite guidate e itinerari didattici modulati sulle diverse tipologie di utenza

- progetta e realizza percorsi interdisciplinari, integrati tra l’offerta formativa delle scuole e quella elaborata dall’Ufficio Servizi Educativi della Soprintendenza Archeologia della Toscana, relativi ai musei e alle aree archeologiche statali

- realizza attività nei musei coinvolti nei percorsi didattici organizzando esperienze di approfondimento non formale ed offrendo all’utenza esperienze sul “campo”

- progetta e predispone corsi di formazione e aggiornamento, stage per docenti e studenti su temi individuati in comune accordo fra i Servizi Educativi, l’Ufficio Scolastico Regionale e le singole scuole proponendo progetti da realizzare congiuntamente

- propone e promuove progetti da

realizzare congiuntamente su temi specifici, anche in collaborazione con Associazioni di volontariato ed Istituti di settore, garantendo la più ampia accessibilità al patrimonio archeologico pubblico

- offre spazi reali e virtuali per la valorizzazione del lavoro effettuato dedicati anche alle scuole; spazi espositivi o di incontro nei musei di proprietà statale

- elabora materiale didattico, anche multimediale interattivo, per uso dell’utenza coinvolta

Soprintendenza Archeologia della Toscana

Via della Pergola, 65 50121 Firenze

Servizi Educativi

dott. Luca Fedeli

dott.ssa Maria Angela Turchetti

tel. 055 23575

cell. 335 1449237

mail sar-tos.servizieducativi@beniculturali.it

www.archeologicatoscana.it

blog www.archeotoscana.wordpress.com


Siamo qui

MuseoArcheFi

Le proposte didattiche per Firenze

ARCHEODIDATTICA ARCHEOSCOPERTE

ARCHEOPERCEZIONI

BANNERAT

Le proposte didattiche per il resto della Toscana

DIDATTICA_in_TOSCANA

SCHEDA DI ADESIONE

Scheda_di_adesione_2015-16_pdf

Le schede descrittive delle offerte didattiche 2014-2015

ottobre 13, 2014 by Francesco Trenti · 2 Comments
Filed under: Attività, Laboratori, News, Schede 

I pdf delle schede relative a tutte le offerte didattiche proposte dai Servizi Educativi della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana per l’A.S. 2014-2015.

PROPOSTE

PER LE SCUOLE

Sezione ESPERIENZE SUL CAMPO

Caccia al tesoro Cibi e sapori Il Museo a fumetti

Al Museo in tutti i sensi L’immagine del potere

Reinterpretare antico Tutti gli animali del Museo

Sezione LEZIONI CON VISITA

Arti e mestieri in Egitto Banchetto e simposio Capolavori in pene con viagra breve

Cose dell’altro mondo: Egitto Cose dell’altro mondo: Grecia http://www.cialispharmaciefr24.com/cialis-viagra-comparaison/ ed Etruria

Firenze romana Gli Etruschi e il sacro La donna nel mondo antico

La moneta nel mondo antico L’antico teatro greco

Lo sport nel mondo greco Vita quotidiana ad Atene Vita, religione https://www.viagrasansordonnancefr.com/viagra-generique/ e mito in Grecia

Sezione PERCORSI INTERDISCIPLINARI

Ceramisti al lavoro Firenze romana Il mestiere del numismatico

Il mestiere dell’archeologo La tela di Penelope Religione e mito in Egitto

Scrivere nel mondo antico Vivere e morire in Egitto

PROPOSTE EXTRASCOLASTICHE

Archeologi al giardino Lo zaino dell’archeologo

Luci ed ombre Para bellum

Al museo in tutti i sensi Un tocco di archeologia Una poltrona al museo

 

Le offerte didattiche dei Servizi Educativi per l’A.S. 2014-2015

settembre 23, 2014 by Francesco Trenti · 2 Comments
Filed under: Attività, News, Progetti 

archeologicatoscana_striscia_colore

La Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana ha tra i propri acheter viagra compiti istituzionali la salvaguardia, conservazione, fruizione e valorizzazione del patrimonio archeologico della Regione. Al fine di promuovere il senso di corresponsabilità nella tutela dei beni archeologici e di favorirne la più ampia conoscenza, mette a disposizione delle scuole di ogni ordine e grado un team di professionisti del settore e propone percorsi di approfondimento didattico ed iniziative culturali relativamente ai propri musei ed aree archeologiche.

Nello

specifico

- predispone lezioni-conferenze di approfondimento su temi specifici collegati ai contenuti curricolari

- favorisce la conoscenza diretta del territorio toscano e del suo patrimonio archeologico attraverso itinerari didattici modulati sulle diverse fasce di età degli studenti

- realizza percorsi integrati tra le varie discipline, attraverso lezioni dirette e laboratori didattici, relativamente ai musei e alle aree archeologiche statali

- progetta e predispone corsi di formazione e aggiornamento, stage per docenti e studenti su temi individuati in comune accordo fra la Sezione Didattica e le singole scuole proponendo progetti da realizzare congiuntamente

- elabora materiale didattico, anche multimediale interattivo, ad uso delle istituzioni scolastiche coinvolte

- realizza attività nei musei coinvolti nei percorsi didattici, organizzando esperienze di approfondimento non formale ed offrendo agli studenti esperienze “sul campo”, così da poter sperimentare le conoscenze e capacità acquisite in classe ed usufruire di spazi reali e virtuali

per la valorizzazione del lavoro svolte

Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana

Via della Pergola, 65 50121 Firenze

Servizi Educativi

dott. Luca Fedeli

dott.ssa Maria Angela Turchetti

tel. 055 23575

cell. 335 1449237

mail sba-tos.servizieducativi@beniculturali.it

www.archeologicatoscana.it

blog www.archeotoscana.wordpress.com


Siamo qui

MuseoArcheFi


Le proposte didattiche per Firenze

ARCHEODIDATTICA ARCHEOPERCEZIONI ARCHEOSCOPERTE

BANNERAT

Le proposte didattiche per il resto della Toscana

DIDATTICA_in_TOSCANA

SCHEDA DI ADESIONE

SCHEDA_ADESIONE_word SCHEDA_ADESIONE_pdf

Un anno di Archeodidattica

agosto 21, 2014 by Francesco Trenti · Leave a Comment
Filed under: News 

I Servizi Educativi della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana hanno proposto nel corso dell’anno scolastico 2013/2014 un’offerta didattica diversificata destinata alle scuole di ogni ordine e grado, per venire incontro alle esigenze di programmi scolastici che purtroppo lasciano poco spazio all’approfondimento delle materie storiche e di conseguenza all’archeologia. Si è trattato di attività gratuite per le classi, che spaziavano dalla lezione frontale in museo con annessa visita guidata, ai laboratori, alle lezioni in classe. I temi trattati spaziavano dal mondo egizio a quello etrusco, greco e romano: La donna nell’antichità, Cibi e sapori nel mondo antico, Cose dell’altro mondo: la morte nel mondo antico, Gli dei e il mito, Firenze romana, Vita quotidiana nel mondo antico.

I laboratori dedicati ai più piccini riguardavano principalmente gli Egizi, in particolare la scrittura e il mondo dei morti. Quelli destinati agli studenti più grandi invece sono stati concepiti come attività artistiche, dall’elaborazione di fumetti (Il museo a fumetti) o disegni (Reinterpretare l’Antico) ispirati ai capolavori conservati nel Museo Archeologico Nazionale di Firenze (sede privilegiata delle attività didattiche, in quanto sede stessa della Soprintendenza e dei Servizi Educativi) all’interpretazione in chiave teatrale di alcuni miti del mondo greco (Il gioco dei ruoli).

Le attività sono state ideate, progettate e svolte da un team di giovani funzionari della Soprintendenza e di assistenti alla vigilanza del Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Ad ogni classe che ha partecipato al termine dell’attività è stato chiesto di rispondere ad un questionario di valutazione i cui risultati verranno discussi, insieme alla presentazione del nuovo programma dell’offerta didattica, in una Giornata sulla Didattica che si terrà a fine settembre. Questo infatti è stato il primo anno in cui i Servizi Educativi della Soprintendenza hanno avviato un’attività di questo tipo che ha avuto, da parte delle scuole, una forte risposta. Un anno in cui pertanto ci si è dovuti confrontare con una serie di problematiche, come sempre in questi casi, delle quali si è fatto tesoro per affrontare al meglio l’esperienza in futuro. Al di là dei problemi pratici, principalmente di carattere organizzativo e dovuti innanzitutto all’inaspettata cospicua partecipazione da parte delle scuole, l’esperienza è stata positiva per i membri dello staff, perché non c’è niente di più bello nel nostro lavoro del poter trasmettere la nostra passione, trovando gli spunti giusti per stimolare l’interesse nei ragazzi, futuri visitatori di domani e pubblico da incuriosire già oggi, invitandolo a tornare con le famiglie.

Uno degli aspetti più belli di questi mesi è stato confrontarsi tra colleghi al termine dei laboratori, anche solo per chiedere com’era andata, per il gusto di raccontare, di condividere l’esperienza, di chiedere e di ricevere un consiglio per il futuro, di riportare un commander sildenafil 100 daru aneddoto particolarmente gustoso.

Nei giorni dedicati all’attività didattica il museo ha restituito un’immagine viva e interattiva, con bambini e ragazzi impegnati a disegnare o recitare sotto gli occhi divertiti degli altri visitatori. Questa immagine, nel corso dell’anno, è stata più volte condivisa in tempo reale attraverso i nostri canali social utilizzando l’ashtag #archeodidattica.

Nel caso delle “conferenze” tematiche con annessa visita guidata ai ragazzi veniva proposta una presentazione del tema scelto col supporto di power point o video, cui seguiva

una visita tematica al museo, nel corso della quale si illustravano gli oggetti esposti collegati al tema della conferenza: un modo per  conoscere materiali che altrimenti, magari, spesso passano inosservati e per imparare a leggere e interpretare i reperti.

Nel caso dei laboratori sugli Egizi, ai bambini era proposta una serie di attività: il laboratorio sulla morte in Egitto chiedeva, dopo aver loro raccontato come avveniva la mummificazione e tutto il rituale egizio legato alla morte, di dipingere la maschera funeraria, di plasmare uno scarabeo in argilla, di scrivere in geroglifico su un pezzo di papiro. Il laboratorio sulla scrittura nell’antichità prevedeva invece di sperimentare la scrittura antica sui differenti supporti: viagra sans ordonnance dal papiro per i geroglifici alla tavoletta di cera per la lingua etrusca. Il laboratorio de “Il gioco dei ruoli” era un approfondimento piuttosto coinvolgente delle storie del vaso François: partendo infatti da una presentazione del Vaso e dei miti rappresentati su di esso, tra le varie attività ai ragazzi era chiesto di rappresentare in chiave teatrale alcuni episodi legati alla Guerra di Troia, dal Pomo della Discordia all’agguato di Achille a Troilo, al congedo di Ettore da Andromaca. Gli altri due laboratori, “Il museo a fumetti” e “Reinterpretare l’Antico” sono stati invece organizzati come concorsi, con veri e propri regolamenti, prevedevano l’elaborazione di una storia a fumetti nel primo caso e la reinterpretazione artistica nel secondo di uno dei capolavori del Museo: gli elaborati migliori saranno premiati a settembre, nel corso della Giornata sulla Didattica, e i disegni vincitori in quell’occasione saranno esposti al pubblico.

In questa slideshow vogliamo ricordare con voi alcuni momenti di quest’anno di Archeodidattica. Per noi è stata una bella esperienza, che non vediamo l’ora di replicare.

(dal blog della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana – http://archeotoscana.wordpress.com/)

Proposte didattiche dei Servizi Educativi per l’A.S. 2013-2014

novembre 19, 2013 by Francesco Trenti · Leave a Comment
Filed under: News, Progetti 

La Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana ha tra i propri compiti istituzionali la salvaguardia, conservazione, fruizione e valorizzazione del patrimonio archeologico della regione. Al fine di promuovere il senso di corresponsabilità nella tutela dei beni archeologici e di favorirne la più ampia conoscenza, mette a disposizione delle scuole di ogni ordine e grado un team di professionisti del settore e propone percorsi di approfondimento didattico ed iniziative culturali relativamente ai propri musei ed aree archeologiche.

Nello specifico:

A – predispone lezioni-conferenze di approfondimento su temi specifici collegati ai contenuti curricolari;
B – favorisce la conoscenza diretta del territorio toscano e del suo patrimonio archeologico attraverso itinerari didattici modulati sulle diverse fasce di età degli studenti;
C – realizza percorsi integrati tra le varie discipline, attraverso lezioni dirette e laboratori didattici, relativamente ai musei e alle aree archeologiche statali;
D – progetta e predispone corsi di formazione e aggiornamento, stage per docenti e studenti su temi individuati in comune accordo fra la Sezione Didattica e le singole scuole proponendo progetti da realizzare congiuntamente;
E – elabora materiale didattico, anche multimediale interattivo, per uso delle istituzioni scolastiche coinvolte.
F – realizza attività nei musei coinvolti nei percorsi didattici organizzando esperienze di apprendimento non formale ed offrendo agli studenti esperienze “sul campo”, così da poter sperimentare le conoscenze e capacità acquisite in classe ed usufruire di spazi reali e virtuali per la valorizzazione del lavoro svolto.

PER INFORMAZIONI/PRENOTAZIONI
Tel. 055 2480474
info@archeologicatoscana.it
Responsabile: Dott. Luca Fedeli
luca.fedeli@beniculturali.it; cell. 335 1448799

Brochure dei Servizi Educativi

Brochure dei Servizi Educativi

CARTA DEI SERVIZI/OFFERTA FORMATIVA

Tutte le attività proposte per l’anno scolastico 2013-2014 possono articolarsi in moduli di 1-2 ore, fino a mezza giornata (moduli di 6-8 ore) comprensivi di eventuali laboratori e possono prevedere una notevole flessibilità di articolazione. Le attività possono essere realizzate nei Musei (in particolare presso il Museo Archeologico Nazionale di Firenze) o in classe, mediante l’utilizzo di audiovisivi o mediante visite guidate, e possono essere proposte e opportunamente adattate per le scuole di ogni ordine e grado.

1 – LEZIONI/CONFERENZE
Le lezioni/conferenze, proponibili agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, sono gratuite e possono richiedere 1,00-1,30 ora. Sono di seguito elencate le tematiche proposte.

- La donna nel mondo antico
- Tecnologia dell’antica ceramica greca
- Capolavori in breve
- Vita, religione e mito nell’antica Grecia
- Firenze Romana
- Arti e mestieri dell’Antico Egitto
- Banchetto e Simposio nel mondo Antico
- Gli Etruschi e il sacro
- L’antico teatro greco
- Il quotidiano nell’antica Atene
- Mostri e magie nell’antico Egitto
- Feste, giochi e sport: il tempo libero nell’antica Grecia
- Cose dell’altro mondo – un viaggio nell’aldilà

2 – VISITE GUIDATE IN MUSEI ED AREE ARCHEOLOGICHE
Questo modulo di 2 ore, diretto alle scuole di ogni ordine e grado è gratuito e consente, attraverso dispense, immagini digitali, e assistenza in loco di effettuare visite guidate ai musei e aree archeologiche statali (Musei Archeologici Nazionali di Firenze, Chiusi e Arezzo; area archeologica di Cortona; necropoli di Chiusi; città etrusca e romana di

Roselle; cantiere delle navi antiche di Pisa).

3 – PERCORSI INTEGRATI
Questo modulo è diretto alle scuole di ogni ordine e grado e con esso si intende proporre percorsi di approfondimento pluridisciplinare che integrino l’offerta formativa delle scuole e quella elaborata dall’Ufficio della Sezione Didattica della Soprintendenza per i

Beni Archeologici della Toscana attraverso lezioni dirette e laboratori didattici. É previsto un impegno da un minimo di 2 ore ad un massimo di 8 ore. Le attività laboratoriali che prevedano l’acquisto di materiali o l’utilizzo di strumentazione specialistica possono richiedere una copertura finanziaria. Di seguito alcune proposte:

Scrivere nel mondo antico: dal cuneiforme, ai geroglifici, al greco, all’etrusco al latino attraverso le testimonianze epigrafiche presenti nel Museo. Laboratori; riproduzioni di tavolette di argilla, di papiri, tabulae ceratae; con esercitazioni di scrittura e traduzione.
Architetture etrusche: le ricostruzioni di strutture tombali presenti nel giardino del Museo, le urnette funerarie, eventuali visite alle aree archeologiche del territorio consentono di riproporre la storia dell’architettura etrusca sia civile che funeraria. Laboratori: documentazione grafica e fotografica delle strutture con realizzazione di prospetti, planimetrie,

sezioni con particolare attenzione alle tecniche edilizie impiegate.
Religione e mito in Egitto/Grecia/Etruria: attraverso le rappresentazioni vascolari, le sculture, la toreutica, sarcofagi ed urne è possibile ripercorrere le principali tappe del mito e della religione egizia/greca o etrusca. Laboratori: ricerche bibliografiche ed iconografiche a tema.
Vivere e morire nell’antico Egitto, in Grecia o in Etruria: la ricchezza delle sezioni egizia, greca ed etrusca del Museo Archeologico Nazionale di Firenze consente di tracciare un quadro oltremodo vivido ed esaustivo della storia antica sotto molteplici sfaccettature- Laboratori: la tecnica del cartonnage e/o encausto.

4 – PROGETTI INFORMATIVI/FORMATIVI
Questo modulo, diretto ai docenti e agli studenti della scuola secondaria di secondo grado, prevede incontri gratuiti di formazione/informazione (da un minimo di 2 ore a un massimo impegno di 8 ore) sulle aree archeologiche e i musei statali toscani nonché su temi specifici ad essi collegati. Attraverso lezioni corredate da ausili audiovisivi e dispense e/o tramite visite guidate, si propongono incontri finalizzati a creare forme di tutoring per adulti e altri studenti nella visita a musei ed aree archeologiche. I progetti potranno essere concordati a partire dalle tematiche elencate ai punti precedenti.

5 – MATERIALE DIDATTICO
É possibile fruire gratuitamente di riproduzioni digitali e di testi (schede didattiche, itinerari didattici, percorsi di approfondimento didattico) su aree archeologiche e musei statali toscani, scaricandoli dalla pagina Strumenti.

6 – ESPERIENZE “SUL CAMPO”: RESTAURO, FOTOGRAFIA, GRAFICA….
Di seguito si propongono una serie di esperienze che mettano gli studenti in condizione di sperimentare sul campo attività di studio, ricerca, restauro, grafica, fotografia, allestimento museale relativamente ai beni archeologici presenti nei musei e nelle aree archeologiche toscane. È previsto un impegno minimo di 2 – 8 ore. Ciascun percorso di approfondimento di almeno 6 ore potrà dar luogo all’impiego di spazi reali e virtuali per la valorizzazione del lavoro svolto dalle classi (sezioni apposite sul sito/blog dei Servizi Educativi della Soprintendenza toscana, dedicate alle scuole; spazi espositivi o di incontro nei musei o proprietà statali).
Attività che necessitano dell’acquisto di materiali o l’utilizzo di strumentazione specialistica possono prevedere una copertura finanziaria. Di seguito alcune proposte tematiche:

L’immagini del potere/Il potere delle immagini: attraverso le monete conservate nel gabinetto numismatico fiorentino si può ripercorrere la storia della monetazione antica e sviluppare temi specifici legati all’iconografia, al messaggio mediatico delle immagini e delle legende, ai miti greci/etruschi o romani, alle tecniche di conio progettando un percorso espositivo, un pubblicazione ad hoc, curati da docenti e studenti (scuola secondaria di secondo grado).
Il Museo Archeologico di Firenze “raccontato ai più piccini o ai grandi ancora bambini..”: attraverso fumetti o cortometraggi realizzare una pubblicazione/filmato didattico che racconti il museo, la sua storia, i suoi contenuti (scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado).
Progetto/Concorso “Reinterpretare l’antico”: riproduzione a scelta dei discenti delle opere più significative del Museo (a scelta anche la materia e la tecnica di riproduzione) con premiazione delle migliori riproduzioni ed esposizione delle opere realizzate come strumento alternativo di approccio e conoscenza dell’antico (scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado).
Cibi e sapori nel mondo antico: fonti storiografiche, iconografie e forme vascolari a confronto per ricreare l’atmosfera e i sapori di Grecia e Magna Grecia (scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado).
“Materiali confiscati Memorie Restituite”: utilizzando

materiali decontestualizzati provenienti da confisca o falsi è possibile conosce l’attività di tutela della Soprintendenza, sensibilizzare sui corretti comportamenti da tenersi https://www.acheterviagrafr24.com/viagra-definition/ nei confronti del patrimonio culturale, fare esperienze di restauro, documentazione grafica e fotografica, inventariazione e studio fino all’allestimento di un percorso espositivo realizzato dagli stessi studenti (scuola secondaria di primo e secondo grado).
Il gioco dei ruoli/pagine di antichità: lettura a cura dei discenti con immedesimazione, di brani tratti da opere letterarie antiche aventi un’attinenza tematica con le opere esposte nel Museo (scuola secondaria di primo e secondo grado).
Fotografare l’arte: utilizzo della macchina fotografica quale strumento alternativo alla osservazione dei reperti (scuola secondaria di secondo grado).
Alla scoperta del Museo: caccia al tesoro a tema archeologico (scuola primaria e scuola secondaria di primo grado)
Il “museo “tra le dita”: percorsi tattili per non vedenti, ipovedenti e scuola primaria

Scheda di adesione – Proposte Soprintendenza beni Archeologici