Luciano di Samosata (in Siria) visse nel II secolo d.C. Fu avvocato, oratore e autore di un’ottantina di opere, prevalentemente in forma di dialogo. Risentì dell’influsso dell’umorismo cinico di Menippo di Gadara e della Commedia attica, che lo portò fra l’altro a satireggiare la religiosità popolare (Gli déi a concilio) e la vanità umana (I dialoghi dei morti); poi, nelle opere mature, dei dialoghi platonici (Ermotimo, Immagini). Oltre alla forma del dialogo impiegò quella epistolare (Come si scrive la storia) e del racconto (come nella Vera storia, una parodia del romanzo d’avventure).

Chiudi il menu