Archeologica Toscana

I Servizi Educativi della Soprintendenza Archeologica Toscana si occupano della promozione di strumenti didattici destinati al pubblico di età scolare ed adulto, allo scopo di consentire una migliore fruizione del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, del Museo Egizio di Firenze e delle aree e musei archeologici del territorio regionale toscano.
In particolare, i Servizi Educativi svolgono le seguenti attività:

  • Servizio di segreteria per informazioni riguardo alla didattica dei musei e siti archeologici di competenza statale nel territorio toscano.
  • Stipula di convenzioni con scuole di ogni ordine e grado per la realizzazione di progetti annuali o pluriennali (Legge 252/97, art.7 e successive modifiche).
  • Organizzazione di corsi di formazione per insegnanti, sulla base di convenzioni e di concerto con Centri dei Servizi Amministrativi e l’Ufficio Scolastico Regionale.
  • Divulgazione di materiale di approfondimento gratuito, per il pubblico adulto, su singole sale di alcuni musei archeologici statali e sulle aree archeologiche.
  • Elaborazione di materiale didattico a uso degli insegnanti, rivolto in special modo alla preparazione di visite al Museo Archeologico di Firenze o a siti archeologici toscani.
  • Attività di prestito di materiale didattico a insegnanti: testi corredati da diapositive, cd-rom, videocassette, dvd.
  • Programmazione di visite didattiche e/o tematiche condotte da esperti, conferenze, progetti ai sensi della Legge 352/97.
  • Organizzazione di laboratori didattici a carattere pratico e interattivo destinati a studenti, in collaborazione con soggetti ed enti, anche di carattere privato.

Età Arcaica

Coincide, essenzialmente, con il VI sec. a.C.: i greci rielaborano, con originalità, gli apporti e gli influssi orientali, creando un proprio inconfondibile stile figurativo.

Età Geometrica

Periodo della storia artistica greca (IX-VIII sec. a.C.) caratterizzato da un peculiare stile astratto e lineare. Il periodo, attraverso la fase del protogeometrico (X sec. a.C.), segna il lento trapasso dal mondo dei regni micenei alla Grecia delle pòleis vivificata dai rinnovati contatti con il mondo orientale.

Lapita

I Lapiti erano una popolazione della Tessaglia settentrionale. Nel mito una stirpe di eroi di cui si dicevano discendenti famiglie aristocratiche sia tèssale, sia di altre regioni. La Centauromachia, vale a dire la battaglia (dal greco mache) contro i Centauri alle nozze del principe lapita Piritoo con Ippodamia, è uno dei miti più noti e uno dei temi più popolari nella tradizione figurativa ellenica.

News dalla Sezione Didattica:

ARCHEOLOGIA DELL’ALIMENTAZIONE. Corso d’aggiornamento per Insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado

Considerato il successo della passata edizione del corso “Archeologia dell’Alimentazione”, la Soprintendenza Archeologia della Toscana in collaborazione con il Polo Museale Regionale della Toscana, lo ripropone nel mese di aprile.
Il corso si articolerà in 3 lezioni: venerdì 8 aprile “Evoluzione e alimentazione; Come le ossa raccontano”, venerdì 15 aprile “Alimentazione nell’antico Egitto”, venerdì 22 aprile “Rituali e consumo in Grecia ed Etruria antiche”. Orario delle lezioni: 15-18.00 Dove: sede del Museo Archeologico Nazionale, P.zza Santissima Annunziata 9/b, Firenze

LA PRIMA FARINA. Speciale offerta didattica 2015

30.000 ANNI FA – Alle origini dell’alimentazione – LA PRIMA FARINA
La più antica farina scoperta in Toscana, risalente a 30.000 anni fa, ha dato spunto per una mostra sull’alimentazione antica, in concomitanza di Expo2015.

Le offerte didattiche dei Servizi Educativi per l’A.S. 2015-2016

La Soprintendenza Archeologia della Toscana in collaborazione con il Polo Museale presenta l’offerta didattica 2015-2016, divisa, per i Musei Archeologico ed Egizio di Firenze, in archeodidattica (per le scuole), archeoscoperte (per famiglie) ed archeopercezioni (per una utenza ampliata). Per prenotare si invita a scaricare la modulistica allegata. Per l’offerta didattica per tutto il territorio toscano si può individuare, nell’allegato, le modalità di prenotazione.

Chiudi il menu