La stoà Poikìle (= portico dipinto) era il più celebre portico di Atene; costruita prima della metà del V secolo da Peisianatte nella parte settentrionale dell’agorà di Atene. E’ stata identificata con buona probabilità in un edificio parzialmente scavato in anni assai recenti dagli archeologi americani.
La denominazione del Portico (che appare ufficialmente su iscrizioni a partire dal IV secolo) deriva dal fatto che al suo interno si trovavano pitture monumentali, forse su tavole di legno, dei maggiori artisti del tempo: Polygnotos, Mìkon e Panàinos. I dipinti avevano per soggetto successi militari di Atene, sia mitici (l’Amazzonomachia, i Greci a Troia) che reali (la vittoria sugli Spartani a Oinòe; la battaglia di Maratona); si trovavano ancora nel portico vari secoli più tardi, quando furono descritti da Pausania (II sec. d.C.).
Vale la pena di ricordare anche che la stoà, frequentata dal filosofo Zenone, diede nome alla celebre scuola filosofica degli Stoici, da lui fondata.

Chiudi il menu